ALLORO… e il PROFUMO di LAUREA

Laurus nobilis

Parliamo di questa pianta così aromaticamente mediterranea e comune, unica Lauracea nobile rappresentata in Europa.

Il mito lo lega al dio Apollo, dal quale accoglie e trasmette i suoi poteri: domina le forze oscure e aiuta la comprensione dei misteri. A Delfo, primo tempio di Apollo, la Pizia masticava foglie di Alloro consacrato prima di pronunciare l’oracolo. Usanza più vicino a noi vede gli indovini bruciare foglie di Alloro per augurarsi il raccolto: più forte e vivo era il crepitio, migliore sarebbe stato il raccolto.

Apollo e Dafne, John William Waterhouse

Simbolo di forza e prodezza veniva cinto il capo al vincitore dei giochi di Apollo con una corona di Alloro, così come ancora oggi il Laurus nobilis è la pianta che corona i selfie di tutti i laureandi !

Vittoria, trionfo, raggiungimento degli obiettivi, successo…

Chiaroveggenza, oracolo, pianta rivelatrice…

Inoltre ad Atene si diceva “ porto un bastone di Alloro” per significare che non si temevano malefici; in alcune zone del nostro paese l’Alloro benedetto preservava dalla cattiva sorte, e attirava persino le influenze benefiche latenti. In altre zone rami di Laurus venivano posizionate sulle bare, in onore della sua sempreverde vita… albero immortale e profumato.

E ancora… l’Alloro si credeva fosse una pianta che non veniva toccata dalle tempeste e dai fulmini, a dimostrare che era un albero consacrato e sacro agli dei e in particolare al dio del fuoco, il dio Sole. Era usanza piantare l’Alloro vicino casa anche come parafulmine, oltre che come spezia alimentare e rimedio erboristico.

Pianta magica di protezione e propiziatoria…

Alloro… ingrediente di miscele da fumigazione della Pizia (Sybilla è una miscela di resine ed erbe di Vivi Armonico, traendo spunto da notizie dell’antica Grecia )

Nel corso dei secoli si vede attribuire a questo splendido albero proprietà medicinali importanti, attraverso l’uso in infusione, decozione, macerazione in olio o vino delle foglie e delle bacche.

Suggerisco a tal proposito dei testi di botanica molto interessanti, dai quali ho tratto solo pochissime delle tante notizie trovate, sopra riportate, di Pierre Lieutaghi: Il Libro degli Alberi e degli Arbusti I e II volume.

È facile incontrare l’Alloro, e ancora più facile poterne godere delle sue proprietà: solo semplicemente raccogliendo gentilmente una foglia e spezzandola tra le mani puoi “ascoltare” la sua fragranza, così protetta all’interno e così generosamente offerta appena la si chiama… cosa senti? che sensazione provoca? e se fosse un colore… o una immagine?

Gli aromi muovono e smuovono parte di noi; cosi immediati e potenti le sostanze volatili aromatiche si insinuano nel nostro naso e sù sù a proseguire il viaggio verso il comando centrale… il cervello, e ancora più specificatamente a quel cervello limbico dove memorie, emozioni, reazioni istintive e viscerali hanno origine, come per magia…

La forza è dentro di noi, e va tutelata, protetta… così come il profumo dell’ Alloro che può sostenere momenti di vita dove è necessario essere centrati, focalizzati per seguire il nostro obiettivo senza lasciarsi travolgere dalle influenze esterne.

Ci parla di raccoglimento, tonicità, concentrazione, respiro…

Il suo olio essenziale insieme all’olio essenziale di Neroli e alla rispettiva Acqua Aromatica è recente protagonista di un fresco e leggero profumo botanico da me preparato per coronare la laurea di un giovane studente… Ottimo spunto per un regalo direi 😉

Con le bacche contuse e le foglie possiamo invece prepararci un eccezionale Oleolito che in sinergia ad Oli Essenziali specifici, possa aiutarci in un massaggio per le affezioni bronchiali, oppure per dare sollievo ad articolazioni infiammate e dolenti o ancora per aiutare una pelle acneica e infiammata…

A questo link puoi vedere un piccolo video con le immagini della raccolta dell’alloro e preparazione dell’oleolito, oltre a qualche immagine sull’oleolito di calendula : https://www.facebook.com/100001565712015/videos/3695173427211478/

E poi… l’energia e la vibrazione dell’Alloro (oleolito, olio essenziale, foglia, idrolato) possono riequilibrare e nutrire Ajna, il 6*chakra

Dalla distillazione in corrente di vapore delle foglie di Laurus nobilis si ottiene un olio essenziale ricco in 1,8 cineolo (eucaliptolo) e altri monoterpeni quali pinene, limonene, p-cimene; può essere diluito in oleolito di Iperico/Alloro/Rosmarino/Arnica al 2-3% per massaggi che portino sollievo a dolori e infiammazioni muscolo-articolari; oppure in caso di forme catarrali e congestioni mucose possiamo unirlo ad altri oli essenziali ad azione balsamica (Pino, Mirto, Ravintsara) per farne dei fumenti… e ricordiamoci che possiamo anche prepararci un bell’infuso con le nostre belle foglie di Alloro, e magari uniamo anche un pò di Salvia e Rosmarino.

Da quando la mia pratica di aiuto al prossimo si è arricchita di queste meravigliose sostanze botaniche e naturali è aumentata in me la fiducia nelle grandi e infinite capacità di recupero della persona… nasco come infermiera in ambito accademico classico, dove purtroppo non mi è stata trasmessa l’arte di operare attraverso le cure complementari naturali… e allora il cammino me lo sono tracciato da sola, attraverso letture, esperienze, insegnamenti… e ora fa parte della mia vita, del mio operare, del mio trasmettere e divulgare, e continuo a crescere, imparare e ancora divulgare e trasmettere!

Se vuoi ti accompagno e ti prendo per mano… con gioia, entusiasmo, stupore, soddisfazione… in mezzo a tanti aromi, piante, oli, alchimie, ricette, strumenti semplici e naturali, attraverso la Sapienza, il Cuore, le Mani.

Contattami tranquillamente per conoscerci e creare un percorso solo per Te!

Grazie, Namastè, Gassho

a Torino… incontro sulla Profumeria Botanica e gli Oli essenziali … quando ancora era “mascherato” ciò che ora è manifesto …

Abbiamo parlato di: